Logo Regione FVG

Percorso frequenze

Secondo il Regolamento aziendale, il percorso effettuato da lavoratori/studenti/inoccupati/volontari/pensionati non nell’ambito di corsi con valore legale è indicato come “FREQUENZA”: un periodo di osservazione dell’attività lavorativa, con eventuale svolgimento di attività pratica, per il proprio aggiornamento professionale.

Frequenza richiesta dal datore di lavoro/associazione

Frequenza richiesta dal datore di lavoro/associazione di volontariato nell'ambito di un rapporto di lavoro subordinato/attività di volontariato.

  1. Il datore di lavoro/associazione di volontariato:
    • compila, firma e fa firmare al frequentatore il modulo di istanza di frequenza  (va indicata una data di inizio della frequenza non anteriore a 10 giorni dalla data di presentazione);
    • anche via e-mail, raccoglie la firma del Responsabile della Struttura sede della frequenza in calce al modulo stesso;
    • cura che il Responsabile della Struttura nomini il tutor;
    • compila e fa firmare in calce al frequentatore per accettazione il modulo sulla privacy per il trattamento dei dati personali.

  2. Il datore di lavoro/associazione di volontariato trasmette all'Ufficio Protocollo dell'AAS 5, anche via PEC a ass5.protgen@certsanita.fvg.it:
    • il modulo dell'istanza firmato dal datore di lavoro, dal frequentatore e dal Responsabile della Struttura sede della frequenza;
    • il modulo sulla privacy per il trattamento dei dati personali compilato e firmato in calce per accettazione dal frequentatore.

  3. La S.C. affari Generali dell'AAS 5, anche via mail, trasmette al datore di lavoro/associazione di volontariato:
    • l'autorizzazione alla frequenza firmata dal Direttore S.C. Affari Generali;
    • il regolamento aziendale dei tirocini e frequenze;
    • il DUVRI redatto secondo le indicazioni del Servizio Prevenzione e Protezione, firmato dal Direttore Generale dell'AAS 5;
    • il modulo sulla privacy per il trattamento dei dati personali firmato dal Direttore della S.C. Affari Generali;
    • il registro delle presenze;
    • l'invito a ritirare e compilare il cartellino di riconoscimento;
    • l'indicazione che l'informazione su eventuali rischi interferenziali è fornita dal Direttore della Struttura sede del tirocinio.

  4. Il datore di lavoro/associazione di volontariato restituisce all'AAS 5 il DUVRI firmato dal datore di lavoro/associazione di volontariato.

  5. A conclusione della frequenza, il frequentatore trasmette al datore lavoro/associazione volontariato il registro delle presenze firmato.

Frequenza volontaria richiesta dal lavoratore / inoccupato / pensionato

  1. Il frequentatore lavoratore dipendente (la frequenza non deve essere effettuata nell'ambito del rapporto di lavoro dipendente)/ il lavoratore autonomo/ l'inoccupato/ il pensionato, scarica:
    • il modulo di istanza di frequenza volontaria;
    • il modulo sicurezza per frequenza volontaria;
    • il modulo sulla privacy per il trattamento dei dati personali.

  2. Il frequentatore:
    • compila e firma il modulo di istanza di frequenza volontaria, indicando una data di inizio della frequenza non anteriore a 10 giorni dalla data di presentazione;
    • raccoglie anche via mail la firma del Responsabile della Struttura sede della frequenza in calce al modulo di istanza di frequenza volontaria;
    • cura che il Responsabile della Struttura nomini il tutor;
    • trasmette anche via mail il modulo sicurezza al tutor o ai tutor (se la frequenza viene svolta in più sedi, va compilato n. 1 modulo per ogni sede/tutor), che lo compila e lo firma;
    • compila e firma in calce per accettazione il modulo sulla privacy per il trattamento dei dati personali.

  3. Il frequentatore trasmette, anche via mail, al Servizio di Medicina Preventiva-Sede dell'AAS 5: 
    • istanza di frequenza volontaria firmata dal frequentatore e dal Responsabile della Struttura sede della frequenza;
    • il modulo sicurezza firmato dal tutor;
    • il modulo sulla privacy per il trattamento dei dati personali compilato e firmato dal frequentatore in calce per accettazione.

      (sede centrale dell'AAS5 - 3° piano della stanza 310
      mail sorveglianza.sanitaria.sede@aas5.sanita.fvg.it - telefono 0434 369331
      dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12)

  4. Il servizio di Medicina Preventiva-Sede dell'AAS 5, se necessario, contatta il frequentatore per la visita di idoneità alla frequenza.

  5. Il Servizio di Medicina Preventiva-Sede dell'AAS 5 trasmette all'Ufficio Protocollo dell'AAS 5:
    • il modulo di istanza di frequenza volontaria compilato e firmato;
    • il modulo sicurezza compilato e firmato;
    • il certificato di idoneità alla frequenza rilasciato dal Servizio di Medicina Preventiva-Sede dell'ASS 5, se necessario, o, se non è necessario, la relativa comunicazione del Servizio;
    • il modulo sulla privacy per il trattamento dei dati personali compilato e firmato dal frequentatore in calce per accettazione.

  6. La S.C. Affari Generali dell'AAS 5 trasmette via e-mail al frequentatore e per conoscenza al tutor e al Responsabile della Struttura sede della frequenza:
    • il modulo di istanza di frequenza con l'autorizzazione in calce firmata dal Direttore S.C. Affari Generali
    • il regolamento delle frequenze dell'AAS 5;
    • il modulo sulla privacy per il trattamento dei dati personali firmato dal Direttore S.C. Affari Generali e dal frequentatore per accettazione;
    • il registro delle presenze;
    • l'invito a ritirare e compilare il cartellino di riconoscimento;
    • l'indicazione della modalità di formazione sui rischi lavorativi.

  7. A conclusione della frequenza, il frequentatore trasmette, anche via e-mail, alla S.C. Affari Generali dell'AAS 5 il registro delle presenze compilato e firmato. 

Materiale informativo e modulistica

Struttura competente

S.C. Affari Generali

via della Vecchia Ceramica 1
33170 Pordenone (PN)
telefono: 0434 369988
email: protocollo.gen@aas5.sanita.fvg.it
pec: aas5.protgen@certsanita.fvg.it

 

Top